Archivio Marzo 2012

LA FENICE (Radiodervish)
Oltre il cielo,
su lontani cammini
attraverserò le porte del buio
per nuove luci…

Nella valle della dimenticanza,
nei campi del fuoco
ho bevuto il vino della solitudine
per lunghe stagioni…

Racconterò le favole delle nuvole
per dormire mille anni,
griderò la mia nostalgia alle stelle
per risvegliarmi al loro chiarore.

Oh Vita, seguirò solitaria la tua eco
per poterne cantare i segreti
e alla fine della terra
raccoglierò un fiore dimenticato.

Dal silenzio delle parole,
dalle spighe di grano
riprenderà il colore la cenere
ed i miei occhi torneranno ad amare di nuovo.

Comments 2 Commenti »

Il desiderio inesprimibile, che mai vita né terra
esaudirono,
ora tu, viaggiatore, salpa e va’ a cercarlo, va’ a trovarlo.
W.W.

Comments 65 Commenti »

L’emblema floreale dell’8 Marzo è il fiore della mimosa, solare, radioso e profumato.
La mimosa è simbolo di innocenza, di libertà e nello stesso tempo il suo delicato nasconde forza e vitalità. In realtà questa scelta non ha nulla a che vedere con i fatti storici degli Stati Uniti. Infatti l’UDI (Unione Donne Italiane) che, preparando il primo 8 marzo del dopoguerra (nel 1946) si pose il problema di trovare un fiore che potesse simboleggiare lo spirito della giornata. L’idea di trovare un fiore veniva a sua volta dal garofano rosso, simbolo della festa dei lavoratori. La mimosa, profumata e poco costosa, apparve subito come il fiore adatto visto che fioriva anche il quel periodo. Il suo dono significa anche che il mondo sarebbe grigio, triste, povero senza la creatività e vitalità femminili.
Nei primi anni Cinquanta distribuire la mimosa divenne un gesto «atto a turbare l’ordine pubblico», ci si battè per per rendere la giornata della donna una festa nazionale, ma l’iniziativa cadde nel vuoto. Il clima politico migliorò nel decennio successivo, ma la ricorrenza continuò a non ottenere udienza nell’opinione pubblica finché, con gli anni settanta, in Italia apparve un fenomeno nuovo: il movimento femminista.

Comments 9 Commenti »

A volte perdiamo di vista alcune cose che ci rendono davvero speciali! La capacità di meravigliarci, di stupirci, dimenticando che siamo capaci di fare cose che vanno al di là di ogni nostra immaginazione. Ci sono alcune cose che nascono da talenti particolari, ed altre che nascono da un allenamento costante. Le nostre capacità vanno molto al di là di quello che noi possiamo immaginare! Immergiamoci nello stupore! E’ davvero grande chi sa tornare bambino.

Comments 19 Commenti »

Con Te Nella Distanza

Non esiste un momento del giorno
in cui possa allontanarti da me
Il mondo sembra diverso
quando non mi sei vicino

Non cè melodia bella
nella quale tu non appaia
nè io voglio ascoltarla
Se tu non la ascolti

è che sei diventato
parte della mia anima
Non mi consola più niente
se non ci sei anche tu

Al di là delle tue labbra
Del sole e delle stelle
Con te nella distanza
io sto, mio amato

è che sei diventato
parte della mia anima
Non mi consola più niente
se non ci sei anche tu

Con te nella distanza
io sto, mio amato
con te

Comments 53 Commenti »

Comments 59 Commenti »

A volte ci nasce questa domanda, e resta in noi per lungo tempo senza risposta! Possiamo dire a noi stessi che siamo qui per una casualità, che evidentemente nel disegno generale della creazione c’era un posto per noi, oppure che, visto che siamo qui, meglio che diamo il nostro contributo unico, anche se a volte, come dice Brian Eno nella canzone “rispondiamo con sensazioni prese da un altro tempo”.
L’approccio a questa domanda cambia, ma un buon ricercatore la porta sempre con sè, e la riempie di senso vivendo ogni istante cercando di esserci integralmente, senza se e ma, senza nascondersi, assaporando la vita e tutti gli stati che l’attraversano. E allora la risposta sorge spontanea (marzulliana memoria), siamo qui perchè senza di noi tutto sarebbe diverso! Siamo qui per condividere la nostra ricchezza e dare il nostro contributo all’evoluzione comune. Siamo qui per essere felici!
La gioia della condivisione … è il senso di tutto!

Comments 36 Commenti »